I trattamenti termici possono essere applicati sull'intero cuscinetto o su alcune sue parti maggiormente soggette a particolari sollecitazioni o urti allo scopo di ridurne al minimo il rischio di deformazione strutturale. Ci troviamo ad effettuare principalmente due tipi di trattamenti:

 

La cementazione o carbocementazione serve ad aumentare la durezza della superficie di alcune tipologie di acciaio, permettendo una migliore resistenza all'usura, alla corrosione e agli urti.

Questo processo consiste nell'arricchimento dello strato esterno dell'acciaio dolce (a basso tenore di carbonio) aggiungendo ulteriore carbonio in modo da modificare la struttura molecolare e di renderlo, quindi, più resistente; il cuore invece mantiene la struttura originaria, garantendo così l'originale tenacità della lega. Successivamente si rende sempre necessaria la bonifica, cioè il processo di tempra e rinvenimento.

 

La tempra e il rinvenimento vengono effettuati per trattare vari tipi di acciaio, tra cui il 100Cr6.

La tempra consiste nel portare il materiale ad una temperatura tra i 750-800 °C per poi raffreddarlo velocemente immergendolo in un liquido. Questo trattamento modifica la struttura trasformandola in martensite, un materiale ad elevata durezza e notevole carico di rottura, ma con una bassa resilienza agli urti che può causare fratture, per questo si rende necessario il passaggio successivo del rinvenimento.

Il rinvenimento avviene a circa 220° e permette di ottenere un rapporto durezza/tenacità ottimale in base alle applicazioni del prodotto; ciò serve a non vanificare l'operazione di tempra che ha donato al materiale elevata durezza ma che, di contro, lo ha reso meno resistente agli urti.

 

CONTATTO VELOCE