controrulli a tronchetto vengono utilizzati principalmente quando la lamiera da livellare ha uno spessore contenuto.

Controrulli a tronchetto

1 – Anello esterno               

2 – Ralla di chiusura         

3 – Distanziale                     

4 – Anello O-Ring                

5 – Seeger                            

6 – Molla a tazza                  

7 – Perno                               

8 – Gabbia radiale a rullini          

9 – Cuscinetto reggispinta   

10 – V-ring     

 

I controrulli a tronchetto presentano un perno sporgente alle due estremità. La durezza e la forma dell’anello esterno sono adattabili alle necessità del cliente; la parte radiale può essere realizzata con gabbia a rulli/rullini oppure a pieno riempimento per incrementarne le capacità di carico, abbinabili a contrasti assiali a rulli/rullini o a sfere, i sistemi di tenuta e lubrificazione sono adattabili secondo le necessità espresse dal cliente.

 

 

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

 

controrulli a tronchetto per spianatrici e raddrizzatrici di lamiere presentano le seguenti caratteristiche tecniche:

Anello esterno eseguito in acciaio a tutta tempra 100Cr6 (UNI 3097), acciaio con le migliori caratteristiche di resistenza all’usura per fatica. La durezza superficiale che si può raggiungere per questi particolari è 60+2 HRc. A richiesta la durezza dell’anello esterno può essere ridotta fino a 53 HRc per quei cuscinetti destinati alla spianatura di lamiere molto sottili. L’anello esterno presenta solitamente un raggio di bombatura (che cambia a seconda delle dimensioni) che permette una migliore distribuzione dei carichi. Per gli anelli esterni di grandi spessori viene utilizzato l’acciaio a tutta tempra 100CrMo7.3 (UNI 3097).

A richiesta vengono eseguiti trattamenti di tempra particolari quali la tempra bainitica, necessaria in quelle applicazioni in cui gli urti rendono l’applicazione troppo gravosa per la struttura dell’anello esterno trattato tradizionalmente.

Il perno è solitamente costruito in acciaio da cementazione 18NiCrMo5 e in casi particolari in acciaio 100Cr6 sottoposto a trattamenti termici adeguati; in entrambi i casi la durezza può raggiungere i 60±2 HRc.

Per questa tipologia di controrullo il sistema di tenuta e protezione può essere studiato ed eseguito in vari modi, con lamierini di protezione e tenute striscianti tutti adatti ad impedire agli agenti esterni quali polvere e calamina di penetrare all’interno, ma consentendo la rilubrificazione interna periodica. La precisione dimensionale e di rotazione di questi cuscinetti è generalmente secondo classe P0 (DIN 620) ma può essere portata fino a P6 o P5. A richiesta vengono eseguite esecuzioni in acciaio INOX.

 

 

 

Data la quantità di esecuzioni e la specificità di questi prodotti, Distitec preferisce non fornire un elenco di prodotti che potrebbero essere definiti standard, poichè ad ogni richiesta potrebbe essere necessaria una modifica che richiederebbe un codice ed un disegno diverso. Per questa tipologia di prodotto preferiamo valutare singolarmente le richieste del cliente ed in base a queste fornire una proposta che risponda alle specifiche richieste tecniche. E’ preferibile pertanto rivolgersi al nostro ufficio commerciale/tecnico, i quali provvederanno a rispondere in tempi brevi con una proposta tecnico/commerciale adatta.

 

Controrulli a tronchetto

Range di produzione d D B C H
mm
Dimensioni min 12 25,5 30 32 61,5
Dimensioni max 120 400 250 270 440
CONTATTO VELOCE